Wolfgang e Florian Lettl, una vita spesa per l’arte

IMG_20190831_142755.jpg
Florian Lettl al fianco della sua nuova opera in realizzazione

Curiosa storia quella di Wolfgang Lettl, artista surrealista, tedesco di nascita ma che ha scelto di passare i suoi ultimi 33 anni di vita in un piccolo centro residenziale garganico, precisamente Sciale delle Rondinelle. Il pittore scoprì Manfredonia per caso: il suo desiderio era quello di avere una villetta in un luogo dove piovesse poco; durante le sue ricerche, su un giornale tedesco, trovò un annuncio che pubblicizzava la vendita di un terreno edificabile vicino Siponto. Era quello il posto che il destino aveva scelto per lui. Wolfgang si innamorò della luce che pervadeva la zona e la ritenne ottimale per i suoi lavori. Tante le opere di Lettl in cui sono raffigurate alcune dei più belli scorci di Manfredonia e Siponto, osservati però da una prospettiva differente dalla solita…di chi guarda a quei luoghi con uno sguardo perso nella loro bellezza caratteristica.

Wolfgang_Lettl
Wolfgang Lettl dinanzi la porta della sua abitazione di Sciale delle Rondinelle

Oggi è Florian Lettl, figlio del pittore ed anch’egli artista (precisamente scultore) che porta avanti la memoria di suo padre e che continua a trascorrere il periodo estivo allo Sciale. Ci apre le porte della casa museo di famiglia (video correlati di seguito) e ci parla dei nuovi progetti e di quanto già è stato fatto. Proprio Florian, infatti, nel 2017 ha organizzato a Manfredonia, presso le ex Fabbriche San Francesco, un’importante retrospettiva dedicata a suo padre dal titolo emblematico ‘Manfredonia mia amata’. La mostra, con le sue oltre tremila presenza ha registrato un grandissimo successo di critica e di pubblico ponendo così un nuovo punto d’incontro nelle relazioni tra la famiglia Lettl e Manfredonia. Ad ulteriore dimostrazione di ciò, Florian ha donato in comodato d’uso gratuito e ventennale alla città sipontina l’opera (da lui realizzata, rifacendosi ad un dipinto di suo padre) ‘Incontro al vertice’ che è stata posta al centro della ‘Rotonda’.

“Quest’anno ricorre il centenario dalla nascita di mio padre Wolfgang ed il 18 dicembre nella sua città natale, Augusta, per ricordarlo, allestirò un nuovo grande museo che si estenderà per ben 700 mq”, dice a noi del blog Florian. “Ho tante idee in cantiere da concretizzare sia in Germania che qui a Manfredonia ma per ora non c’è ancora nulla di sicuro. Spero di poter in futuro portare ancora avanti la memoria di mio padre che tanto amava la sua arte e Manfredonia. Ricordo ancora con molta nostalgia le giornate passate per le strade di questi posti straordinari, ricordo le volte in cui mio padre mi portava ad esplorare gli scheletri delle imbarcazioni in costruzioni… emozioni che non dimenticherò”.

Libera Maria Ciociola

 

 

 

 

 

Autore:

Giornalista/blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...