Manfredonia del Medioevo: torna il palio delle Contrade delle Torri

Per due giorni, sabato 12 e domenica 13, Manfredonia rivivrà i fasti dell’epoca medievale di re Manfredi con una serie di manifestazioni imperniate sul ‘Palio delle Contrade delle Torri’. Le Contrade che si contenderanno il trofeo in palio, vale a dire l’elmo con cimiero a forma di aquila che re Manfredi indossava anche nell’ultima sfortunata battaglia che lo vide soccombente difronte a Carlo I D’Angiò, sono quelle che fanno capo a Torre dell’Astrologo, Torre Santa Maria, Torri di San Francesco e De Angelis. Praticamente le torri superstiti inserite nella cita muraria fortificata come progettata da re Manfredi, nella sua gran parte andata distrutta sotto gli occhi incuranti dei manfredoniani che a quanto pare non si preoccupano di salvare quel poco che è rimasto.

palio contrade manfredonia
(ph. Foggiatoday)

Le celebrazioni del palio si connotano come un trait d’union tra il retaggio storico-culturale della città erede dell’antica Siponto, e un presente-futuro da valorizzare anche ai fini turistici. In questa prospettiva, l’edizione 2019 del Palio di Manfredonia si segnala per la particolare attenzione riservata all’ambiente, alle problematiche che ne minacciano gli equilibri. E’ pertanto molto significativa la circostanza che nella organizzazione dell’evento ci sia l’ASE, l’Azienda servizi ecologici di Manfredonia, che ha coinvolto a sua volta i consorzi nazionali Corepla, Conai, Coreve, Rilegno operanti nei vari settori dello smaltimento dei rifiuti. Notevole altresì la partecipazione attiva di numerose aziende cittadine, segno di una rinnovata cultura della solidarietà. Della tutela ambientale se ne parlerà nel corso del dibattito fissato per domenica nel fossato del castello alle ore 19,30.
“La presenza di Ase – commenta l’amministratore Franco Barbone – è finalizzata a sensibilizzare la cittadinanza a partecipare attivamente alla pulizia della città”. A tal fine tra le manifestazioni presentate vi è anche uno spettacolo teatrale affidato all’associazione culturale ‘Il Teatrocinque’ che presenta una serie di scene di vita popolare, scritte e dirette dal regista Vittorio Tricarico, le quali, tra il serio e il faceto, facendo ricorso all’arguzia popolare, mette in evidenza pregi e difetti dei cittadini nel trattare l’immondizia prodotta. Lo spettacolo andrà in scena nel fossato del castello domenica alle 19,30.

Palio-delle-Contrade-delle-Torri-di-Manfredonia-2019-978x1024
Il programma degli eventi

Il clou dei festeggiamenti in onore di re Manfredi, sarà il composito mondo della corte di re Manfredi ricostruito capillarmente nel fossato che cinge il castello ideato da re Manfredi, compresi scorci di battaglie combattute da cavalieri in perfette armature medievali realizzate da “Armature medievali Riccardo” fornitore di armature anche nelle produzioni cinematografiche.
A dare vitalità a tanto flash back temporale, alcune centinaia di personaggi affluiti nell’area del castello dopo aver attraversato in corteo (ore 19) il corso che porta il nome di Manfredi. “Il corteo – promette il programma – sarà vivacizzato da caroselli, ritmati al suono di tamburi, balletti medievali, combattimenti ed attrazioni: il tutto sotto lo sguardo compiaciuto di re Manfredi assiso sul suo bianco destriero”.

Michele Apollonio

Autore:

Giornalista/blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...