111 Errori di traduzione che hanno cambiato il mondo – Recensione

Dai tempi della Torre di Babele, il confronto tra persone ha significato prima di tutto l’incontro tra le lingue da loro parlate, ed è facile immaginare come una incomprensione linguistica possa sfociare in uno scontro.

74285488_10206387334079128_7325108444640313344_n.jpg
Copertina libro (dettaglio)

Il libro del sociologo e traduttore Romolo Giovanni Capuano, ‘111 errori di traduzione che hanno cambiato il mondo’, è un’avventurosa disamina di situazioni come queste, succedutesi nella storia antica ma anche moderna; si tratta di un libro scritto con uno stile leggero e senza la pretesa di possedere la verità – non è mica un programma elettorale – e si può considerare un cantiere aperto, visto che l’autore invita i suoi lettori a segnalargli altri casi di errori di traduzione che hanno “cambiato il mondo” non presenti nel libro (speriamo di non doverne mai inserire uno tra Razzi e Kim Jong Un). Il testo è ricco di esempi di errori di traduzione veri o presunti, accidentali o voluti, che hanno cambiato la vita di tante persone o che hanno rischiato di provocare conflitti: la storia del cammello nella cruna dell’ago, le disavventure del Presidente americano Carter, la nipote di Mubarak… La prima parte del libro, ovvero ben 39 dei 111 capitoli, è occupata dagli errori di traduzione legati alla Bibbia o alle religioni in generale: leggendoli, viene da pensare a come possa essere problematico fondare la propria intera esistenza su un libro del quale sono sostanzialmente ignoti sia gli autori che la lingua in cui è stato ideato (lo stesso dicasi di chi la propria vita la basa su un libro paga). Insomma, un libro semplice ma interessante e che a modo suo fornisce diversi spunti di riflessione: per esempio, nell’era digitale in cui viviamo siamo ormai al sicuro da pericoli derivanti da traduzioni sbagliate? Oppure, è meglio trovare una fidanzata straniera, così si può sempre usare la scusa delle incomprensioni linguistiche?

Fabio Castrignano

 

 

Autore:

Giornalista/blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...