L’ottica nel monitoraggio ambientale secondo lo scienziato sipontino Vincenzo Spagnuolo

82146155_2264694203631977_4734067881711501312_n.jpg
Il Prof. Vincenzo Spagnuolo

Più che una conferenza, l’incontro organizzato dal Circolo Unione di Manfredonia con lo scienziato Vincenzo Spagnuolo, per sabato 11 alle ore 19, sarà una lezione di fisica, nello specifico di una nuova “ottica” al servizio dell’uomo e dell’ambiente.
Il Prof. Vincenzo Spagnuolo, uno dei tanti manfredoniani entrato nella schiera di eccellenza della cultura mondiale nelle varie e diverse branche, ha un lungo curriculum di attività svolte nel settore della fisica sperimentale iniziata nel 1977 come ricercatore presso l’Istituto Nazionale di fisica della materia, e proseguite in Italia e all’estero attraverso prestigiosi incarichi. Attualmente è professore alla Shanxi University di Taiyuan in Cina.
I suoi interessi di ricerca comprendono il rilevamento di gas optoacustici e tecniche spettroscopiche per il monitoraggio dei dispositivi in tempo reale. L’attività è documentata da oltre 200 pubblicazioni scientifiche, oltre 3300 citazioni e due brevetti depositati. Numerosissimi i riconoscimenti attribuitigli in Italia e all’estero, l’ultimo l’estate scorsa il premio “Argos Hippium”.
“L’oggetto della lezione del professor Spagnuolo – ha evidenziato il presidente del Circolo Unione Pio Longo – è particolarmente attuale specialmente per noi manfredoniani che soffriamo ancora delle conseguenze dei danni ambientali passati”.
I sensori ottici di gas – oggetto di studio del prof. Spagnuolo – sono candidati eccellenti come potenti strumenti per il rilevamento e il monitoraggio di gas in traccia in un gran numero di applicazioni, come il monitoraggio ambientale, il controllo dei processi industriali ed il biomedicale. Tra le tecniche ottiche più sensibili, la spettroscopia fotoacustica al quarzo (QEPAS) è in grado di poter rivelare poche molecole di gas su mille miliardi di altre molecole e sfrutta un diapason al quarzo come rivelatore, simile a quelli contenuti negli orologi al quarzo.
Partendo dai principi di base che governano la tecnica QEPAS, l’illustre ospite che sarà intervistato da Renato Sammarco, si soffermerà ad illustrare i principali risultati ottenuti e descriverà come questi risultati hanno consentito la creazione di un laboratorio pubblico-privato con la ditta leader al mondo nella fotonica e ottica (Thorlabs) ed i passi che hanno portato alla prima commercializzazione dei sensori. Infine farà alcuni esempi di applicazioni realizzate in campo industriale, di monitoraggio ambientale e biomedicale.
Michele Apollonio

Autore:

Giornalista/blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...