‘Dove andiamo sul Gargano’: l’idea di una giovane coppia di Capitanata

Nella ‘speedy’ intervista di oggi conosciamo più da vicino Michele Simone e Sara Giauro che con il loro portale ‘Dove andiamo sul Gargano’ sono riusciti a riunire in un’unica pagina le numerose sfaccettature del meraviglioso Gargano per poter offrire al turista la possibilità di scegliere fra le innumerevoli esperienze da poter vivere. Tour, soggiorni, escursioni o semplicemente avventurarsi e trascorrere una giornata in pieno relax in una delle preziose spiaggette dello ‘Sperone d’Italia’ è ciò che si può trovare sul portale di Michele e Sara.

Come e quando è nata l’idea per il vostro sito ‘Dove andiamo sul Gargano’?

L’idea nasce dalla tesi di laurea in marketing territoriale di Michele (dice Sara) ma anche da un sogno: mostrare il Gargano nella sua interezza. Non solo mare ma foresta, laghi, storia, cultura e buon cibo.
Abbiamo deciso, così, insieme di mettere on line le esperienze da non perdere sul Gargano.

-Perché, secondo voi, il Gargano è speciale?

Il Gargano è speciale per la sua varietà.
In un’ ora di auto puoi visitare mare, foresta, laghi, (e che mare, che foresta, che laghi…!)
Quante altre destinazioni turistiche possono vantarsi di offrire tutto questo?

-Che estate ci aspetta dopo 2 mesi di lockdown e un Paese in lenta ripresa?

Un estate slow, green, meno affollamento sulle spiagge e soprattutto più natura.
Da amanti della natura diciamo che sarà sicuramente un’estate spettacolare.

-Quale è il vostro posto del cuore sul Gargano e da coppia quale consigliereste come meta da scegliere agli innamorati?

Non ve lo diciamo, è un posto segreto! Se lo dicessimo ci verrebbero tutti!
Vi diciamo che il Gargano è pieno di posti romantici, bisogna cercarli, scoprirli.
La vacanza intesa come scoperta! Questa è una cosa bella…

-Di cosa ha bisogno il Gargano per essere maggiormente conosciuto e apprezzato?

Il Gargano è molto conosciuto per il mare e purtroppo meno per la parte dell’entroterra.
Le operazioni da fare sono molteplici, ma il tutto si può fare con una regia lungimirante e con una programmazione seria e a lungo termine.
Puntiamo sulla nostra natura, sponsorizziamo il turismo lento, la canoa, le bici, le mountain bike, il surf e il sup, le degustazioni nelle masserie, i trekking, le visite ai tipici Trabucchi ed il gioco è fatto.

-Prossimo step del vostro progetto?

Il prossimo step è già in atto e consiste nel coinvolgere nel progetto tutte le altre realtà che offrono esperienze ed invitarle sul nostro sito, gratuitamente.
Così si può offrire un servizio efficiente al turista che trova tutte le possibili esperienze in un’unica pagina riuscendo così allo stesso tempo a pubblicizzare il territorio.

Libera Maria Ciociola

Autore:

Giornalista/blogger

Un pensiero riguardo “‘Dove andiamo sul Gargano’: l’idea di una giovane coppia di Capitanata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...